Istituto di Psicoterapia del bambino e dell’adolescente

Fondato nel 1975

Seminari

La depressione non è un gioco: spazio e tempo nei sintomi del bambino

Dott.ssa Elena Molinari Pediatra, Psicoanalista, Membro Ordinario della SPI

 

24 marzo 2018

Orario 09:00/13:00

I sintomi di depressione in una persona adulta sono riconoscibili e poco equivocabili; non altrettanto lo sono nei bambini dove questo disturbo dell’umore si mimetizza all’interno di un malessere polimorfo. Inoltre è ulteriormente complicato districare la tristezza profonda che appartiene al bambino e quella che gli deriva dai suoi genitori.

La parola “De-presso” rimanda etimologicamente alla dolorosa circostanza di sentirsi estromessi da un luogo dopo averlo sperimentato come abbastanza sicuro da garantire almeno in parte lo sviluppo psicofisico.

Esiste dunque nella depressione un prima e un dopo, una dimensione temporale importante che segna la discontinuità, ma che essendo aleatoria e non percepibile fisicamente, il bambino è costretto  ad ancorare al regno fisicamente più gestibile del corpo e dello spazio.

Rintracciare o ricreare nel gioco uno tempo abitabile è l’obbiettivo della terapia che passa per un’osservazione attenta e partecipe dell’uso creativo che il bambino fa dello spazio fisico e relazionale.