Istituto di Psicoterapia del bambino e dell’adolescente

Fondato nel 1975

Seminari

Il riconoscimento come scoperta del mondo interno del paziente e come interazione tra i mondi privati del paziente e dell'analista

Dott.ssa Raffaella Roseghini Psicologa Psicoterapeuta Socio e docente Psiba 

Dott. Claudio Miglioli Psicologo Psicoterapeuta Socio e docente Psiba

08 aprile 2017

Orario 09:00/13:00

 In questa giornata cercheremo di mettere a fuoco ciò che avviene nel processo analitico, che cosa lo favorisce e che cosa lo ostacola. Il filo conduttore che seguiremo è l'esigenza e la ricerca di un riconoscimento reciproco tra paziente e analista.

 Per riconoscimento intendiamo un aspetto della relazione per cui ognuno dei due partner si riconosca come simile e diverso dall'altro. Se non c'è l'esperienza della diversità non ci può essere una relazione reale né reciproca.

Questa lettura intersoggettiva della relazione trasforma la concezione del mondo  psichico da relazione di un soggetto con il suo oggetto in incontro tra un soggetto e un altro soggetto. Questo punto di vista porta a considerare la formazione del sé, a partire dalle prime interazioni con il caregiver,non come l'interiorizzazione passiva delle caratteristiche dell'oggetto e delle modalità di relazione con lui, ma come il risultato di capacità innate che la risposta e il riconoscimento dell'altro contribuisce ad attivare o viceversa a mortificare e a irrigidire.

Nel corso del nostro lavoro insisteremo sull'importanza di riconoscere, vivere ed elaborare le emozioni che si manifestano nella relazione terapeutica e sottolineeremo il ruolo del corpo nel dialogo analitico.