Istituto di Psicoterapia del bambino e dell’adolescente

Fondato nel 1975

Corsi e altre iniziative

La Terapia Congiunta Genitori-Bambino

Dott.ssa Elena Pizzi

Nel nostro Istituto è in atto già da tempo l’utilizzo di una metodologia di intervento congiunto a breve e a lungo termine su nuclei familiari, che riguarda la consultazione e la terapia del bambino al di sotto dei 6 anni di età. Tale setting viene utilizzato, oltre tale range di età, in condizioni caratterizzate da una particolare complessità, (esperienze traumatiche, gravi patologie, grave confittualità della coppia genitoriale, situazioni di adozione, situazioni di lutto per la morte di un genitore etc) in cui il sostegno della funzione riflessiva genitoriale, delle capacità di vicinanza emotiva, di sintonizzazione, di riparazione risulta fondamentale per la risoluzione del disagio del bambino e della sua famiglia.

All’interno di questa esperienza sono stati seguiti anche bambini con disturbo autistico, aiutando i genitori nel difficile incontro con il proprio figlio.

Si segnala inoltre un interesse crescente nel pensiero psicoanalitico, verso la presa in carico, in questo ambito congiunto, del bambino molto piccolo (al di sotto dei due anni di età).

L’obiettivo che il gruppo di supervisione si propone è quello di formare uno sguardo capace di analizzare, a livello macro e microanalitico, le interazioni tra i membri della famiglia e di individuare strumenti più efficaci per decodificare i segnali e per regolare gli scambi relazionali, al fine di migliorare reciprocamente la comunicazione, la cooperazione, l’ascolto, l’espressione degli stati emotivi: un lavoro che permette, alla mente del genitore e del bambino, di trovare e sostenere spazi per il pensiero e per il significato.

Tale gruppo di supervisione avrà un’impronta prevalentemente clinica; verranno indicati ed eventualmente commentati alcuni scritti in merito a questa modalità di intervento (Lieberman, Beebe, Baradon, Salomonsson e Sandell, Seligman, Stern, Mondello, Scavo).